Scoprire le Langhe in E-bike: 3 Itinerari per scoprire la Langa in bici

L’Italia è ricca di oasi naturali da scoprire, di angoli paradisiaci nascosti e di vette panoramiche da poter raggiungere. Le attività da svolgere all’aria aperta sono molteplici, dal trekking fino al pedalare in bici seguendo diversi sentieri, ma prima di tutto bisogna selezionare l’area da esplorare. Tra i vari territori italiani di rara bellezza figura la regione delle Langhe, nel cuore del Piemonte, caratterizzata da degli incredibili paesaggi verdi, dai vigneti ondulati e dai suggestivi borghi medievali.

Vi sarà capitato varie volte di sorseggiare un vino prodotto proprio nelle Langhe, poiché qui la qualità per realizzare questa bevanda è all’ordine del giorno. Nonostante si possa organizzare un tour esplorativo sia a piedi che in auto, il suggerimento che vi diamo per vivere un’avventura immersiva e coinvolgente consiste nel munirsi di bicicletta elettrica e percorrere i molteplici possibili tragitti presenti nella suddetta regione. In questa sede analizzeremo 3 itinerari ideali per scoprire le Langhe in E-bike.

Pedalare all’aria aperta è fondamentale

Pedalare all’aria aperta è un’opportunità per riconnettersi con la natura andando alla scoperta delle bellezze offerte dal territorio italiano, molto spesso fin troppo sottovalutate. Tuttavia, si tratta di un’attività essenziale anche per migliorare il benessere personale, sia fisico che mentale, poiché il sistema cardiovascolare viene sollecitato nel modo corretto così come la massa muscolare. Staccare la spina dalla propria routine e dal frastuono cittadino al quale si è abituati è altrettanto essenziale, perché così facendo è possibile rigenerare la mente contrastando lo stress accumulato. Insomma, esplorare le Langhe in E-bike rappresenta un’occasione per vivere una sana avventura in tutti i sensi!

Esplorare le Langhe: i migliori 3 itinerari in E-bike

Al contrario di quanto si possa pensare, non tutti gli itinerari sono uguali e soprattutto non presentano il medesimo livello di difficoltà. Infatti, alcuni di essi sono consigliati soltanto se si ha la possibilità di usufruire dei servizi di una guida esperta, così da evitare qualunque tipologia di problematica. In altri casi, ci sono sentieri naturali piuttosto semplici e adatti a chiunque anche in autonomia. Siccome ci sono diversi percorsi da poter realizzare in bici per esplorare le Langhe, è opportuno segnalare quali sono i migliori 3 itinerari da svolgere in E-bike.

Percorso nella Langa del Barolo Nord

Per coloro che desiderano un percorso il cui livello tecnico è intermedio, la scelta ideale è completare il tragitto per la Langa del Barolo Nord. Il fondo qui è prevalentemente sterrato, ma c’è un buon 40% di asfalto sul quale si pedala in E-bike. Si consiglia caldamente di prendere parte ad un tour e-bike nelle Langhe con guida turistica, in partenza tutti i giorni dal mese di marzo fino a quello di novembre. Tramite questa opzione si potrà ammirare da vicino qualunque bellezza presente nell’area, senza perdersi praticamente nulla. Si parte da Alba (CN) con una leggera salita, in modo tale da prendere subito la mano sia con il motore che con il cambio della propria bici elettrica.

I primi 10 km sono quasi tutti su strade bianche circondate da splendidi noccioleti e vigneti, fino poi a raggiungere il paese del tartufo, ovvero Roddi. Si prosegue in salita sugli sterrati fermandosi a Verduno, dove figura una piazzetta giardino a dir poco elegante e sorprendente. Si riparte nuovamente in salita prendendo delle strade secondarie che portano a La Morra, il paesino più alto della zona; qui si ha la possibilità di mangiare dei prelibati piatti serviti in una delle locande locali. Il percorso continua scendendo su una strada asfaltata panoramica, passando per la Nas-Cetta e giungendo, infine, nel Barolo Nord. Alla fine del percorso non si può far altro che assaporare un calice di vino sulla meravigliosa terrazza del villaggio.

Langa del Barbaresco: un itinerario suggestivo e adatto a chiunque

Un itinerario suggestivo e adatto a chiunque è quello per la Langa del Barbaresco, percorso dal livello facile essendo quasi totalmente su strada asfaltata (soltanto una piccola parte in sterrato). Anche in questo caso si potrebbe optare per un tour guidato con partenza nei pressi di Alba (CN), selezionando un giorno tra marzo e novembre. L’inizio del percorso consiste nel tagliare per la collina fino a raggiungere la bellissima frazione di Madonna di Como, dove si trovano numerosi vigneti. Non si può soprassedere a una successiva sosta alle “Rocche dei Sette fratelli”, gola naturale spettacolare. Un’altra località parecchio suggestiva è Treiso, nella quale si possono realizzare scatti da cartolina. Si scende poi fino al paese di Barbaresco, borgo medievale, però passando prima per Neive.

Itinerario per il Monferrato della Barbera di Nizza

Itinerario di livello intermedio (50% sterrato e 50% asfalto) quello per il Monferrato della Barbera di Nizza. Ancora una volta si potrebbe scegliere di realizzare un percorso con un tour guidato, partendo però da Nizza Monferrato, il villaggio principale molto affascinante dal quale poi ci si può introdurre in un boschetto ricco di tartufo, piante e pioppi. Passando davanti un geosito si possono ammirare i fossili custoditi nel terreno. Tra cipressi e installazioni, il parco di La Court è una tappa imperdibile per questo percorso, ma prima si pranza a Mombercelli.

 

i.p.

 

 

 

 

 

 

 

  

Link sponsorizzati

  • L'importanza cruciale delle pompe sommerse nel mondo moderno

    da on 22 Gennaio 2024 - 0 Commenti

    Nel contesto del mondo moderno, caratterizzato da una costante ricerca di soluzioni efficienti e sostenibili, le pompe sommerse rivestono un ruolo fondamentale. Questi dispositivi, spesso non visibili e silenziosi, operano nelle profondità dei corpi idrici, svolgendo funzioni essenziali per una vasta gamma di applicazioni industriali, agricole e domestiche.

  • A Bra ci sono 22 posti per il Servizio Civile Universale

    da on 22 Gennaio 2024 - 0 Commenti

    Anche nel 2024 Bra offrirà a tanti giovani tra i 18 e i 28 anni di età la possibilità di prendere parte al Servizio Civile Universale, dedicando alla comunità un periodo della propria vita compreso tra 8 e 12 mesi. Il servizio prevede, dietro il pagamento di assegno mensile di 507,30 euro, un impegno per […]

  •  Bra, cercasi nuovo gestore per il canile intercomunale di Pollenzo

    da on 18 Gennaio 2024 - 0 Commenti

    L’Amministrazione braidese e gli altri comuni consorziati sono alla ricerca di un nuovo gestore per il servizio complesso di cattura dei cani vaganti o randagi nei diversi territori comunali, del canile sanitario intercomunale di Pollenzo, dell’area per la promozione dell’affidamento e dei cani in canile-rifugio. A tale proposito è stata indetta una procedura di selezione […]

  • Quattro tirocini per giovani negli uffici del Comune di Bra

    da on 21 Gennaio 2024 - 0 Commenti

    Anche nel 2024 il Comune di Bra ha indetto un bando di candidatura per l’attivazione di alcuni tirocini, da svolgersi all’interno degli uffici municipali, in favore di cittadini braidesi di età compresa tra i 18 e i 32 anni in possesso di diploma di scuola superiore o di laurea. I posti a disposizione per questa […]

  • Trattoria di Carrù cerca cameriera/e

    da on 18 Gennaio 2024 - 0 Commenti

    Come si può evincere dall’annuncio riportato nel gruppo facebook “6 della Granda se…”, la Trattoria “I Magnin” di Carrù è alla ricerca di una cameriera o di un cameriere. Viene richiest esperienza per un lavoro da svolgere durante i weekend e nei giorni festivi.