Nuovi nomi per alcune vie di Cuneo

Cuneo-Comune_stemma

L’amministrazione comunale di Cuneo segnala che, con l’approvazione della delibera di Giunta 246 del 20/11/2014, una serie di aree cittadine, sia sull’altipiano che nelle frazioni, cambieranno denominazione. La Giunta comunale ha infatti interamente recepito le proposte elaborate, dopo un lavoro di quasi un anno, dalla Commissione Comunale Consultiva per la Toponomastica e Famedio. Riportiamo qui di seguito l’elenco delle aree che varieranno denominazione.

 

ZONA “CUNEO CENTRO”

· “VIA BENVENUTO REVELLI” per il troncone di circa 180 m, che collega viale degli Angeli a via Vittorio Bersezio, dell’area di circolazione denominata “via Piave” divisa nettamente in due tronconi, per cui l’indicazione dell’arteria principale di “via Piave” sarà: area di circolazione di circa 100 m che collega piazza Europa a via Pier Carlo Boggio.

 

ZONA “CUNEO SUD”

· “GIARDINI IL BOSCHETTO” per l’area verde di circa 2.000 mq all’incrocio fra via Cesare Vinaj e via Gino Giordanengo.

· “GIARDINI ESTHER HILLESUM” per l’area verde di circa 6.400 mq delimitata da via Beppe Fenoglio all’altezza dell’incrocio con via Gino Giordanengo.

· “VIA GIOCONDO DINO GIACOSA” per il troncone di circa 250 m, che collega via Dante Livio Bianco a via Francesco Bruno di Tornaforte, dell’area di circolazione denominata “via Serafino Arnaud” divisa nettamente in due tronconi, per cui l’indicazione dell’arteria principale di “via Serafino Arnaud” sarà: area di circolazione di circa 85 m che collega corso Nizza a via Ettore Rosa.

 

ZONA “CUNEO SAN ROCCO”

· “VIA ADRIANO OLIVETTI” per l’area di circolazione di circa 290 m che collega via degli Artigiani, a circa 130 m dalla rotonda tra corso Alcide De Gasperi e via Sandro Pertini, a via Cascina Colombaro.

· “VIA DEL PILONE” per il troncone di circa 960 m, che collega via Mellana a viale Federico Mistral, dell’area di circolazione denominata “via Bodina” divisa nettamente in due tronconi, per cui l’indicazione dell’arteria principale di “via Bodina” sarà: area di circolazione di circa 720 m che collega via Amedo Avogadro a via Beppe Fenoglio.

 

ZONA “BOMBONINA”

· “VIA DELLE CASCINE” per l’area di circolazione di circa 830 m che a circa 520 m dall’incrocio di via Castelletto Stura con via Forfice collega quest’ultima a via Bombonina.

· “VIA DELLA MOTTA” per l’area di circolazione di circa 800 m che collega via di Torre Bava, all’altezza dell’omonima cascina, a via Tetto Sacchetto.

 

ZONA “SPINETTA”

· “VIA COSTA ROSSA” per l’area di circolazione di circa 80 m, diramazione di via Roata Canale, che collega quest’ultima a piazza Conti Gondolo della Riva.

· “VIA MONTE MORO” per l’area di circolazione di circa 420 m che si diparte da via Genova, a circa 200 m dalla rotonda comunemente chiamata di Tetto Garetto, attraversa la zona industriale e fiancheggiando il sedime ferroviario si collega a via Torre Frati.

· “VIA MONDOLE’” per l’area di circolazione di circa 280 m che si diparte dall’area precedente di nuova denominazione “Via Monte Moro”, prosegue parallelamente a via Torre Frati e svoltando si collega alla stessa.

 

ZONE “SPINETTA” E “ROATA CANALE”

· “VIA TANARO” per l’area di circolazione di circa 1.700 m che collega via Torre Frati, all’altezza dell’omonima cascina, a via Genova.

· “VIA ELLERO” per l’area di circolazione di circa 1.150 m che collega via Torre Frati, a circa 150 m dall’incrocio con via Savona, a via Trinità.

 

ZONA “ROATA CANALE”

· “VIA DEL VILLASCO” per l’area di circolazione di circa 430 m, diramazione di via Civalleri, che collega quest’ultima a via Gioni.

 

ZONE “CUNEO FLUVIALE” E “CONFRERIA”

· “PONTE GIUSEPPE VASSALLO” per il ponte pedonale di circa 170 m sul fiume Stura, che collega via Basse Sant’Anna a via Basse Stura.

 

ZONE “CERIALDO E CONFRERIA”

· “VIA CANALE MIGLIA” per l’area di circolazione di circa 800 m che si diparte dalla rotonda tra via Valle Maira, via Giola e la strada di collegamento Est-Ovest verso il Cimitero e svoltando si congiunge a via San Michele.

 

ZONA “CERIALDO”

· “VIA TETTO FARINA” per l’area di circolazione di circa 910 m che parte da via Molino Morra, a circa 920 m dall’incrocio con via Valle Maira, in direzione di Tetto Farina e si collega a via Carbonera. L’indicazione esatta dell’arteria principale di “via Molino Morra” è: area di circolazione di circa 1.570 m che collega via Valle Maira a via del Passatore.

 

ZONA “CONFRERIA”

· “VIA VITTORIO BAUDI DI SELVE” per l’area di circolazione di circa 250 m che si diparte da via Valle Maira, a circa 80 m dall’incrocio con via Antonio Carle direzione chiesa parrocchiale, costeggia il campo sportivo e si dirige verso cascina Nuova Ritana.

 

ZONA “MADONNA DELL’OLMO”

· “VIA RITA ATRIA” per l’area di circolazione di circa 105 m che collega via Fratelli Silvestro, a circa 20 m dall’incrocio con via Valle Po, a via Volontari del Sangue.

· Estensione della denominazione “VIA DELLA MOTORIZZAZIONE” per l’area di circolazione di circa 280 m che collega via Guido Martino a via della Motorizzazione, per cui l’indicazione dell’arteria principale di “via della Motorizzazione” sarà: area di circolazione di circa 870 m che si diparte da via Torino, a servizio della zona industriale, e si collega a via Guido Martino. L’indicazione esatta dell’arteria principale di “via Guido Martino” è: area di circolazione di circa 680 m che dalla rotonda di via Valle Po, parallelamente a via Maestri del Lavoro, attraverso il sottopasso della ferrovia e l’articolazione di due rotonde, si inoltra a servizio della nuova area commerciale e si congiunge a via dell’Automobile Club.

· “VIA VALLE BRONDA” per l’area di circolazione di circa 100 m che collega via Valle Po, a 30 m dal cavalcavia sulla ferrovia direzione Busca, a via Antica di Busca.

 

ZONA “SAN BENIGNO”

· Estensione della denominazione “VIA CARANTA” per l’area di circolazione di circa 135 m, prolungamento di via Caranta, che da via della Commenda si congiunge a via della Abbazia, per cui l’indicazione dell’arteria principale di “via Caranta” sarà: area di circolazione di circa 350 m che collega via Don Costanzo Costamagna a via della Abbazia.

 

ZONA “SAN PIETRO DEL GALLO”

· “PIAZZALE DON CELESTINO BRUNO” per l’area adibita a parcheggio di circa 1.000 mq all’incrocio tra via del Bosco e via Don Antonio Brondello.

· “VIA DEL VILLAR SAN COSTANZO” per l’area di circolazione di circa 640 m che collega via del Bosco, altezza piazza San Pietro, a via Monea Oltrestura.

  

Link sponsorizzati

Lascia una risposta.

  • bike-sharing-cuneo

    Bike sharing Cuneo: promozioni mobility week 2017

    da on 18 settembre 2017 - 0 Commenti

    Si segnala che, in occasione della Settimana Europea della Mobilità (16 – 22 settembre), l’importante evento internazionale che ormai da molti anni promuove la Mobilità Sostenibile, sono state organizzate una serie di promozioni da applicare al servizio di bike sharing di Cuneo.

  • Bra-Comune

    Il Comune di Bra cerca due tirocinanti

    da on 18 settembre 2017 - 0 Commenti

     Sono riaperti i termini per la presentazione delle candidature per due posti di stage nell’ambito del progetto di pubblica utilità “Bra Labor” presentato dal Comune di Bra e approvato dalla Regione Piemonte all’interno del POR FSE 2014/2020.

  • paparelli-vignetta

    Più fumetto che arrosto di Danilo Paparelli a Dronero

    da on 21 ottobre 2017 - 0 Commenti

    Il Museo Luigi Mallé di Dronero ospita dal 27 ottobre 2017 al 28 gennaio 2018 la mostra Più fumetto che arrosto. 73 Ritratti e biografie dei più famosi chef stellati di Danilo Paparelli, a cura di Ivana Mulatero.

  • daniela-dell-orto-dipinto

    Perfette imperfezioni” - mostra di pittura di Daniela dell’Orto alla Biblioteca di Alba

    da on 1 settembre 2017 - 0 Commenti

    La Biblioteca civica di Alba presenta la mostra Perfette imperfezioni di Daniela dell’Orto. L’autrice, di origine milanese ma residente nelle Langhe, ha cominciato a dipingere da bambina grazie alla zia che le ha insegnato diverse tecniche. A lungo ha coltivato l’arte figurativa e paesaggistica, poi, da qualche anno a questa parte, ha cambiato stile avvicinandosi alla pittura […]

  • disegnato-acqua

    Disegnato dall’acqua. Il paesaggio di un ambiente fluviale a Cuneo

    da on 1 novembre 2017 - 0 Commenti

    Passeggiando lungo i nostri fiumi possiamo incontrare tracce di due diversi mari ormai scomparsi, ciottoli che ci parlano di spiagge tropicali e resti di montagne che non esistono più. Il territorio cuneese è profondamente legato al continuo moto dell’acqua che ha disegnato nei secoli il paesaggio che conosciamo. “Disegnato dall’acqua. Il paesaggio di un ambiente […]

Hai già letto…

Tweets cuneesi