Morto Alessandro Festa titolare della Golden Car di Caramagna Piemonte

Ci giunge notizia della morte del noto industriale caramagnese Alessandro Festa, titolare della Golden Car. Ricoverato per un malore all’ospedale di Carmagnola , si è spento nella mattinata di oggi mercoledì 16 luglio. Nato il 23 agosto 1932, sposato con Anna Maria Capello, lascia due figlie, Daniela e Patrizia che si occupano dell’azienda, quattro nipoti, Marzia, Walter, Alessandro e Gabriele ed una pronipote, Caterina, arrivata da pochi mesi. Altri due figli erano deceduti, Walter ancora bambino e Bruno in un incidente, così come in un incidente è deceduto il marito della figlia Patrizia, Maurizio Picotto.

A Caramagna la famiglia si era trasferita nel 1967, dopo che nel 1964 Alessandro Festa aveva spostato l’azienda che condivideva con Luciano Lingua, anch’egli deceduto alcuni anni fa. Specializzati nella revisione e nell’assemblaggio delle scocche delle auto “fuoriserie”, avevano iniziato l’attività a Torino in Borgo San Paolo, poi a Grugliasco e successivamente appunto a Caramagna, dove contavano già alcuni dipendenti che ogni giorno raggiungevano il torinese, essendo la mamma di Festa originaria caramagnese,  della Frazione Gangaglietti.

I lavori di costruzione di quella che si chiamava la Silver Car iniziarono nell’estate 1963 nei pressi del Cimitero Comunale, ed anche i titolari affiancavano i muratori. Cominciarono ad uscire le scocche complete di auto mitiche, come la Miura e l’Espada della Lamborghini, lavorate dalle mani di operai provetti, alcuni dei quali poi aprirono aziende in proprio, facendo di Caramagna anche un paese di carrozzieri, assieme alle altre numerose attività.

Nel 1986 i soci si divisero, Lingua si specializzò in rimorchi agricoli mantenendo la denominazione Silver Car, Festa mantenne le produzioni tradizionali con la Golden Car. Nonostante la crisi che ha colpito il settore negli ultimi anni, la Golden Car è riuscita a mantenere un buon livello di occupazione, una sessantina di dipendenti, cercando anche nuovi settori industriali, dai cassonetti agli aerei ultraleggeri, con la tenacia di una famiglia che sa e vuole fare industria.

Alessandro Festa amava anche l’agricoltura, ed aveva un allevamento al Foresto di Cavallermaggiore ed un altra tenuta nella Francia centrale, attività che seguiva personalmente. Ci dice il sindaco Mario Riu: “Una notizia inaspettata, purtroppo. Perdiamo un grande imprenditore ma anche una persona amichevole, che incontravi al bar e con cui era spontaneo intrattenersi e discutere di un po’ di tutto. Nel 2011, in occasione della Festa Patronale di San Biagio, gli abbiamo consegnato un riconoscimento per l’impegno dedicato all’azienda ed al paese, assieme ad altri due imprenditori, Bartolomeo Allasia e Dario Osella, sempre in attività. La Silver e la Golden sono state un traino essenziale per la crescita di Caramagna, riportando a casa tanti lavoratori che prima viaggiavano ed aprendo le porte ai nuovi arrivati, come recentemente hanno anche ricordato gli aquilonesi, trasferitisi qui numerosi dall’Irpinia. Sento di rappresentare tutta la comunità dicendo che per noi è una grande perdita e che ci stringiamo con affetto attorno ai familiari”. 

Il Rosario sarà recitato domani giovedì alle 19.45 in Parrocchia, non è stata comunicata la data delle esequie.

  

Link sponsorizzati

Lascia una risposta.