Cuneo e il suo Parco fluviale sull’Agenda 21L dell’Ispra

Cuneo, con il Parco fluviale Gesso e Stura, è tra le città italiane annoverate nell’Agenda 21 del 2015, pubblicata dall’Ispra (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale), tra gli esempi di pianificazione locale “correttamente orientata”.

Il Progetto A21L attento all’evoluzione di problematiche ambientali, ricerca e approfondisce i temi del rapporto tra pianificazione locale e ambiente realizzando, in collaborazione con le amministrazioni locali e sulla base delle esperienze europee, indagini di campo e monitoraggi nei comuni italiani. Sono così confluiti nel Quaderno Progetto A21L i risultati del monitoraggio 2014/15 sui comuni italiani, che ha selezionato una rosa di esperienze significative sulle questioni che scaturiscono dal rapporto tra pianificazione e ambiente.

Nello specifico il Comune di Cuneo compare nel Progetto A21L per l’esperienza legata alla nascita e alla gestione del Parco fluviale Gesso e Stura, considerato esempio di strumento di pianificazione territoriale di nuova generazione perché partecipata, sia a monte, con tutta la vicenda che ha portato alla nascita del Parco e alla sua istituzione ufficiale da parte della Regione, sia a valle, con il sistema di gestione condivisa tra comuni che caratterizza l’area protetta regionale e la contraddistingue rispetto ad altri casi analoghi.

Il Quaderno Agenda 21L è consultabile è scaricabile in formato pdf dal sito del Parco fluviale Gesso e Stura, nella sezione “Conoscere/Studi e ricerche”.

Agenda-21L-Ispra

  

Link sponsorizzati

Lascia una risposta.