Bra mette in guardia dalla truffa delle multe croate

La Polizia Municipale di Bra riferisce che, anche ad alcuni automobilisti di Bra, in questi ultimi giorni, sono state recapitate fantomatiche multe in arrivo dalla Croazia. Non si tratta di una vera infrazione bensì di una truffa in cui sono caduti automobilisti di ogni parte d’Italia, indotti a credere di aver commesso un’infrazione nel paese balcanico e, per questo, costretti a pagare una determinata somma di denaro. Come riportato da alcuni organi di informazione, le persone che hanno segnalato il caso alla polizia locale nemmeno si trovavano nel paese balcanico quando avrebbero commesso l’infrazione.
La pratica è ormai collaudatissima: l’automobilista riceve una raccomandata proveniente da Pola (Croazia) ed un decreto di esecuzione, relativo al mancato pagamento del ticket di un parcheggio. La vittima però non aveva mai ricevuto la multa, ragione per cui l’importo della sanzione si rivela anche piuttosto elevato e la cifra può raggiungere anche i 250 euro, come risulta dai documenti e dalla traduzione bilingue. Di più: Gli automobilisti hanno ricevuto  in allegato alla
multa da pagare una testimonianza firmata in cui viene certificato che la traduzione dal croato all’italiano è avvenuta in base ai criteri
amministrativi e giudiziari internazionali.

La richiesta di pagamento deve essere effettuata su un conto corrente bancario, pena “l’esecuzione su tutti i beni mobili e immobili dell’esecutato”. Sulle ingiunzioni di pagamento sono riportati i nomi di un notaio e un avvocato, iscritti ai rispettivi ordini professionali ed elemento utile per dare credibilità alla truffa. Nel caso fossero stati destinatari della comunicazione, si invitano i cittadini a rivolgersi all’ufficio di polizia giudiziaria della municipale braidese per
segnalare il caso ed eventualmente sporgere formale denuncia – querela. La Polizia Municipale di Bra invita inoltre, come ovvio, a non effettuare alcun versamento.

  

Link sponsorizzati

Lascia una risposta.

  • voucher scuola

    Diritto allo studio in Piemonte: apre il bando per il nuovo voucher scuola

    da on 17 aprile 2019 - 0 Commenti

    Aprirà giovedì 18 aprile e resterà aperto fino al 30 maggio 2019 il bando per il nuovo voucher scuola, il ticket virtuale introdotto in Piemonte nel 2017 per gli acquisti legati al diritto allo studio, che si presenta quest’anno con alcune importanti novità. In primo luogo, per ampliare la platea dei potenziali beneficiari ed evitare […]

  • le-principesse-contemporanee_fabrizio-gavatorta

    CUNEO: “ Le Principesse Contemporanee ” di Fabrizio Gavatorta a Palazzo Samone

    da on 17 aprile 2019 - 0 Commenti

    Cuneo. Il primo Piano di Palazzo Samone, edificio costruito dall’architetto cuneese Pio Eula su richiesta dei Bruno, Conti di Samone, sarà la splendida cornice che ospiterà la mostra personale di Fabrizio Gavatorta, noto nel mondo dell’Arte come il Pittore delle ombre, dal titolo rievocativo “RINASCENZA Le Principesse Contemporanee”. L’artista saviglianese ritorna, dove il grande riscontro […]

  • iscrizione albo giudici popolari

    BRA: iscrizione agli albi dei Giudici popolari

    da on 17 aprile 2019 - 0 Commenti

    Bra. Fino al 31 luglio è possibile presentare domanda per l’iscrizione nell’Albo dei Giudici popolari di Corte d’Assise e di Corte d’Assise d’Appello. I cittadini interessati ad essere inseriti negli elenchi dovranno presentare domanda entro la scadenza indicata, utilizzando il modulo reperibile all’Ufficio elettorale del Comune di Bra (via Barbacana 6, primo piano) o sul […]