Bono (MoVimento 5 Stelle): stop ad aperture festive centri commerciali

21 aprile 2014 politica

0 Commenti

Riceviamo e pubblichiamo, da Davide Bono, candidato Presidente alla Regione Piemonte per il Movimento 5 Stelle, un comunicato inerente la proposta di legge presentata in Parlamento da deputati e senatori del Movimento riguardante l’apertura nei giorni festivi dei centri commerciali.

Qui di seguito, il testo del comunicato.

In questi giorni abbiamo ricevuto numerose segnalazioni di centri commerciali aperti il giorno di Pasquetta, intenzionati ad aperture straordinarie il 25 aprile e il 1° maggio. Coerentemente con lo spirito del MoVimento, i parlamentari eletti a Roma hanno già presentato una proposta di legge che ricorda come, nel 1995, quindici milioni di italiani si dissero contrari alle liberalizzazioni. Questa volontà popolare, esattamente come avvenuto con il finanziamento pubblico ai partiti, è stata presto disattesa e le liberalizzazioni degli orari sono state ugualmente attuate prima dal Governo Prodi (e dall’allora Ministro dello Sviluppo Economico, Pierluigi Bersani) e poi dal Governo Monti, che le ha spinte fino alla liberalizzazione totale dei giorni e degli orari d’apertura dei negozi.

In questo modo, si è di fatto provocata la chiusura di migliaia di piccole attività commerciali (soprattutto nei centri storici delle città) e si stimano in circa 250mila le saracinesche abbassate in Italia nel solo 2013. Queste liberalizzazioni, quindi, non hanno giovato al comparto, ma solamente alle grandi multinazionali che gestiscono i vari centri commerciali e outlet.

I piccoli e medi imprenditori soffrono assieme ai loro lavoratori. Gli addetti alle vendite denunciano ormai in tutti i modi il loro sfruttamento, parlando di “terrore psicologico, ricatti e licenziamenti”.

È per queste ragioni che il MoVimento 5 Stelle, al fine di tutelare gli interessi dei molti contro quelli dei pochi, in attesa che la proposta di legge avanzata a Roma venga discussa e approvata dal Parlamento, si schiera contro le aperture selvagge dei negozi e chiede ai cittadini di rispettare il Primo Maggio e la Festa dei Lavoratori evitando di recarsi nei centri commerciali, e di passare la giornata con i propri cari o come meglio credono. Per fare la spesa c’è tutto il tempo durante la settimana, basta solo un minimo di organizzazione: meglio sfruttare queste giornate di festa per ammirare le bellezze paesaggistiche e culturali che la nostra Regione sa offrire in abbondanza. 

Diventiamo i primi turisti del Piemonte e, in questo modo, diamo un impulso alla nostra economia e la possibilità a migliaia di lavoratori di godersi le meritate giornate festive.

 

Davide Bono
candidato Presidente alla Regione Piemonte per il Movimento 5 Stelle

 

  

Link sponsorizzati

Lascia una risposta.

  • voucher scuola

    Diritto allo studio in Piemonte: apre il bando per il nuovo voucher scuola

    da on 17 aprile 2019 - 0 Commenti

    Aprirà giovedì 18 aprile e resterà aperto fino al 30 maggio 2019 il bando per il nuovo voucher scuola, il ticket virtuale introdotto in Piemonte nel 2017 per gli acquisti legati al diritto allo studio, che si presenta quest’anno con alcune importanti novità. In primo luogo, per ampliare la platea dei potenziali beneficiari ed evitare […]

  • le-principesse-contemporanee_fabrizio-gavatorta

    CUNEO: “ Le Principesse Contemporanee ” di Fabrizio Gavatorta a Palazzo Samone

    da on 17 aprile 2019 - 0 Commenti

    Cuneo. Il primo Piano di Palazzo Samone, edificio costruito dall’architetto cuneese Pio Eula su richiesta dei Bruno, Conti di Samone, sarà la splendida cornice che ospiterà la mostra personale di Fabrizio Gavatorta, noto nel mondo dell’Arte come il Pittore delle ombre, dal titolo rievocativo “RINASCENZA Le Principesse Contemporanee”. L’artista saviglianese ritorna, dove il grande riscontro […]

  • iscrizione albo giudici popolari

    BRA: iscrizione agli albi dei Giudici popolari

    da on 17 aprile 2019 - 0 Commenti

    Bra. Fino al 31 luglio è possibile presentare domanda per l’iscrizione nell’Albo dei Giudici popolari di Corte d’Assise e di Corte d’Assise d’Appello. I cittadini interessati ad essere inseriti negli elenchi dovranno presentare domanda entro la scadenza indicata, utilizzando il modulo reperibile all’Ufficio elettorale del Comune di Bra (via Barbacana 6, primo piano) o sul […]