“Baciamoci i gomiti”, i 25 anni dei Trelilu

A due anni da “El Cico Latino”, l’album che ‘aggiusta la bocca’ in qualsiasi momento della giornata, i Trelilu tornano per festeggiare il primo quarto di secolo di attività: venticinque anni trascorsi scorrazzando in lungo e in largo portando musica ed allegria. Ed ecco “Baciamoci i gomiti!”, il sedicesimo album, quello che unisce assolute ‘primizie’ ad una ‘bella carrettata’ di canzoni indimenticabili. Ben diciassette tracce per celebrare un cammino, avviato nel 1992, che lunedì 13 marzo 2017 verrà ufficialmente celebrato con una grande festa in programma al Teatro Alfieri di Torino (biglietti disponibili www.ticketone.it).

Uno spettacolo unico, con tantissimi ospiti, perché «tanto lo sappiamo che in Brasile non ci andiamo e allora le Olimpiadi ce le facciamo qui come ci piace a noi; le conoscete le sane discipline del pentuthlon antico? Mettere le gambe sotto il tavolo, alzare il gomito, prendersi la pancia in mano e tante altre.

Corriamo al botteghino per guadagnare i migliori posti al sedere e… baciamoci i gomiti». Dalla storia del ‘diversamente udente’ “Giuanin d’la siula” alle proposte di ‘new business’ del “Parcheggio della luna” e dell’“Autoveloss”, sino alla lettera di Franco agli “Egregi Rolling Stones” ed alla ballata “Land endaran”: cinque inediti che risaltano all’interno di una track list che vede anche intramontabili ‘evercrin’, tra cui “Tere”, “Biscotti d’la salute” e “La Cavala”, tutti riarrangiati e riproposti con una nuova veste musicale.

Venticinque anni di attività dei Trelilu, un traguardo decisamente altisonante per il gruppo che ad oggi rappresenta a pieno titolo la tradizione popolare piemontese. Un gruppo di amici, dal genere Pop: il Maestro Spiegazza, Bertu, Peru e Franco, sono abituati a palcoscenici d’ogni tipo, da San Clemente di Rimini a Cantù, sino al concerto di Conthey (Svizzera), passando per l’esordio teatrale al fianco di Alessandro Perissinotto, scrittore, prima appassionato poi amico, divertendosi nel raccontare la sua ‘Busiarda’, sino alla più recente collaborazione con le “Blue Dolls”.

I Trelilu, nati nelle Langhe oggi patrimonio Unesco, portano in giro per l’Italia la più vera e genuina tradizione del territorio natìo, ricoprendo il ruolo di ambasciatori di un territorio in loro personificato.

D’altronde… “Tuti suma ‘n poc Lilu!”
trelilu-baciamoci-i-gomiti

  

Link sponsorizzati

Lascia una risposta.

  • bike-sharing-cuneo

    Bike sharing Cuneo: promozioni mobility week 2017

    da on 18 settembre 2017 - 0 Commenti

    Si segnala che, in occasione della Settimana Europea della Mobilità (16 – 22 settembre), l’importante evento internazionale che ormai da molti anni promuove la Mobilità Sostenibile, sono state organizzate una serie di promozioni da applicare al servizio di bike sharing di Cuneo.

  • Bra-Comune

    Il Comune di Bra cerca due tirocinanti

    da on 18 settembre 2017 - 0 Commenti

     Sono riaperti i termini per la presentazione delle candidature per due posti di stage nell’ambito del progetto di pubblica utilità “Bra Labor” presentato dal Comune di Bra e approvato dalla Regione Piemonte all’interno del POR FSE 2014/2020.

  • paparelli-vignetta

    Più fumetto che arrosto di Danilo Paparelli a Dronero

    da on 21 ottobre 2017 - 0 Commenti

    Il Museo Luigi Mallé di Dronero ospita dal 27 ottobre 2017 al 28 gennaio 2018 la mostra Più fumetto che arrosto. 73 Ritratti e biografie dei più famosi chef stellati di Danilo Paparelli, a cura di Ivana Mulatero.

  • daniela-dell-orto-dipinto

    Perfette imperfezioni” - mostra di pittura di Daniela dell’Orto alla Biblioteca di Alba

    da on 1 settembre 2017 - 0 Commenti

    La Biblioteca civica di Alba presenta la mostra Perfette imperfezioni di Daniela dell’Orto. L’autrice, di origine milanese ma residente nelle Langhe, ha cominciato a dipingere da bambina grazie alla zia che le ha insegnato diverse tecniche. A lungo ha coltivato l’arte figurativa e paesaggistica, poi, da qualche anno a questa parte, ha cambiato stile avvicinandosi alla pittura […]

  • disegnato-acqua

    Disegnato dall’acqua. Il paesaggio di un ambiente fluviale a Cuneo

    da on 1 novembre 2017 - 0 Commenti

    Passeggiando lungo i nostri fiumi possiamo incontrare tracce di due diversi mari ormai scomparsi, ciottoli che ci parlano di spiagge tropicali e resti di montagne che non esistono più. Il territorio cuneese è profondamente legato al continuo moto dell’acqua che ha disegnato nei secoli il paesaggio che conosciamo. “Disegnato dall’acqua. Il paesaggio di un ambiente […]

Hai già letto…

Tweets cuneesi