A Saluzzo riparte “Un libro per the”

Venerdì 17 gennaio prende il via il secondo ciclo della rassegna “I venerdì della biblioteca. Un libro per the”. Il ricco programma, che si svolgerà interamente presso i locali della Fondazione Scuola APM  in via dell’Annunziata, prevede sette  appuntamenti nel consueto orario delle 17.15 e uno alle 21, il 24 gennaio, in occasione delle manifestazioni dedicate al Giorno della Memoria.

Il mese di marzo è interamente dedicato alla letteratura al femminile.

Di seguito il programma in dettaglio.

Gennaio

17 ore 17.15 Fondazione Apm – Sala Verdi

“Paisot Alegher” di Giuseppe “Pinot” Bonavia, L’Artistica Editrice. Intervengono Mirella Bonavia e Gianni Neberti

24 ore 21 Fondazione Apm – Sala Verdi

“Salvatori e Salvati” di Maria Teresa Milano, Le Chateau Editore, Aosta. Presenta Livio Berardo. Con la partecipazione di Paolo Allemano, sindaco di Saluzzo.

 

31 ore 17.15 Fondazione Apm – Sala Verdi

“Suonerò la tua morte” di Gianluca Soletti. Umberto Soletti Editore. Letture a cura delle compagnie teatrali saluzzesi

Febbraio

21 ore 17.15 Fondazione Apm – Sala Verdi

“Vivaldi. La Quinta” di Orlando Perera (giornalista Rai), edizioni Daniela Piazza. Intervengono Orlando Perera e Alberto Basso, autore della prefazione.

28 ore 17.15 Fondazione Apm – Sala Verdi 

“Una volta era un paese” di Stefano Tallia edizioni Scribacchini

 

Marzo: letteratura al femminile

7 ore 17.15 Fondazione Apm – Sala Verdi

“Bonsoir Madame la lune: la vita incompiuta di Silvia Pons” ed. Antigone, di Maria Rosa Fabbrini, in collaborazione con l’Associazione FIDAPA – Saluzzo

14 marzo ore 17.15 Fondazione Apm – Sala Verdi

“Il bambino blu” di Marinella Peyracchia, Hever Edizioni & Conti Editore. Con l’autrice interviene Sergio Anelli.

21 marzo 7 ore 17.15 Fondazione Apm – Sala Verdi

Percorsi di lettura al femminile – Reading a cura del gruppo di lettura Libriamoci

Accompagnamento musicale a cura della Fondazione Scuola di Alto Perfezionamento Musicale.

Il the è offerto dall’Associazone Penelope.

Il secondo ciclo della rassegna si apre con la presentazione della ristampa anastatica del libro “Paisot Alegher” di Giuseppe “Pinot” Bonavia, medico condotto e poeta dialettale piemontese di origine saluzzese.

Il volume, edito la prima volta nel 1933, è un delizioso racconto in piemontese, in cui viene descritta la classica tavolata, a base di cacciagione, fra maggiorenti di un piccolo paese di provincia, in cui gli astanti passano in rassegna il “gossip” locale. In appendice fanno seguito alcune poesie dialettali. La prefazione fu curata da Luigi Collino ed alcune illustrazioni furono firmate dal pittore Giulio Boetto.

Bonavia scrisse numerose altre composizioni dialettali ed a lui venne affidata, nel marzo 1946, al Teatro Civico di Saluzzo, la commemorazione di un grande artista piemontese: il poeta Nino Costa. A Pinot Bonavia, agli inizi degli anni settanta, venne intitolato un premio di poesia, curato in collaborazione con la Compagnia dei Brandè.

La ristampa anastatica del volume, realizzata da L’Artistica Editrice, è stata voluta fortemente da Mirella Bonavia, figlia di Pinot, nel ricordo del padre e ad ottant’anni dalla pubblicazione, essendo l’originaria edizione andata esaurita.

La presentazione del libro sarà curata da Gianni Neberti, autore di un “ritratto” di Pinot Bonavia, nel libro “La storia sono loro. Ritratti di personaggi saluzzesi” (Fusta Editore).

  

Link sponsorizzati

Lascia una risposta.